Il letto che non costa (quasi) niente

Trovandomi a dover acquistare un letto, non riuscivo ad accettare di dover pagare fior fior di quattrini ad una multinazionale svedese, sopratutto per una struttura letto fatta di truciolare da assemblare come i lego.

So che ormai è una moda, ma l’idea di costruirla da me con dei pallet di recupero mi ronzava in testa da un po’.

Detto fatto: nel giro di un ora arriva la chiamata del mio amico Marco:

“Ho dei pallet se ti servono, ma devi venire a prenderli entro le cinque!”

Inutile dire che sono saltato sulla Panda e due ore dopo avevo 5 bancali pronti da carteggiare.

BancaliNon perderò troppo tempo nello spiegarvi la preparazione dei bancali, una rapida ricerca su google saprà soddisfare ogni vostra domanda.

Carteggiatura ed eliminazione di tutte le schegge o chiodi sporgenti, poi si bagna il legno per far sollevare eventuali altre spine, e seconda passata.

Mi raccomando attenzione al tipo di pallet che utilizzate: devono recare il marchio “HT“, heated, ossia lavorati a caldo, altrimenti potrebbero essere stati trattati con prodotti chimici che possono rivelarsi molto pericolosi per la nostra salute.

In ogni caso, se non sapete da dove provengono, lasciate perdere, anche se non sono stati trattati con prodotti tossici in fase di produzione potrebbero esservi entrati in contatto successivamente!

Tornando ai bancali, dopo aver dato una mano di impregnante all’acqua, ho deciso di verniciarli con due colori della linea “Asia”:  Rosso Dragone e Nero di Cina.

ImmagineHo utilizzato in realtà solo 4 bancali, lasciando il quinto per un eventuale scrivania che costruirò a breve.

Unendoli insieme, formano una struttura di 160x230cm, su cui ho deciso di mettere un materasso della misura di 140×200.

Nel fissare i bancali ho utilizzato viti da legno della lunghezza di 18cm. Ho inserito inoltre quattro supporti trasversali (nient’altro che bacchette di legno prese a 3 euro l’una al brico) per rendere la struttua più solida ed evitare che si fletta. Ovviamente se appoggiate direttamente i bancali sul pavimento tutto questo non è necessario.

Immagine

Per finire ho aggiunto 8 ruote da carrello (portata di 70kg ciascuna), di cui due bloccabili.

Immagine

Dopo tutto questo lavoro manca ancora solo uno strato di vernice trasparente protettiva, che rende la superficie lavabile.

Ecco come si presenta con il materasso ( e la parete posteriore finalmente finita) :

Immagine

Poca spesa, ma il risultato non mi dispiace. Inoltre ho imparato molte cose che mi saranno utili alla prossima occasione!

( piccola nota: purtroppo le uniche foto che ho dei lavori sono state scattate con il mio cellulare perciò la qualità delle immagini è scarsa..! )

Annunci

Pubblicato da

Daniele

Da quando ha visto per la prima volta Fight Club, è ossesionato dalla frase "Le cose che possiedi, alla fine ti possiedono." Saltuariamente si sollazza facendo fotografie! (Nel senso che gli piace fare le foto, non che si fotografa mentre fa dell'altro, intendiamoci..)

4 pensieri riguardo “Il letto che non costa (quasi) niente”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...