Ommwriter – minimalismo applicato alla scrittura

Da tempo cercavo un software per scrivere sul mio macbook senza distrazioni.

Sul mercato sono usciti diversi prodotti che permettono di farlo, il problema è che molti di questi, pur essendo privi di qualunque funzione particolare, hanno costi notevoli, sopratutto considerando la tipologia di prodotto.

Poi un giorno ho deciso di provare Ommwriter.
Ed è stato amore a prima vista.

Ommwriter porta il concetto di scrittura ad un altro livello.

Anche qui non c’è una barra menu visibile mentre si scrive, nè pulsanti che possono attirare l’attenzione.

Ma fa di più.

Puoi impostare un immagine di sfondo, una musica rilassante, e un suono alla pressione dei tasti che ricorda le macchine da scrivere (fa tanto vintage e ci piace!).

Captura-OmmWriter

Premesso che ognuno può trovarlo più o meno piacevole, io me ne sono innamorato.

Sto scrivendo questo post proprio su Ommwrite.

L’interfaccia è minimale. Si può utilizzare solo a schermo intero, non prevede la visualizzazione in finestra.
Durante la scrittura viene visualizzato soltanto il testo, e un piccolo cursore (underscore) lampeggiante a ricordarci dove siamo.
ommwriter_user_interfaceMuovendo il mouse compaiono sulla destra alcuni pulsanti circolari, ognuno dei quali visualizzerà al passaggio del cursore le varie opzioni.
Si può scegliere tra i font disponibili, la dimensione dei caratteri, l’immagine di sfondo, la colonna sonora, il suono dei tasti.

E, per forza di cose, i pulsanti per aprire, salvare e chiudere un documento.

Ommwriter gestisce solo testo, niente più. Che potrete eventualmente esportare anche in formato PDF o RTF.

Sono disponibili due versioni del programma, chiamate rispettivamente Dana 1 e Dana 2.
La prima è gratuita, la seconda a pagamento (con una formula “paga quello che ritieni giusto”, prezzo suggerito dall’autore 4,11$, l’app store di Apple suggerisce 5$, ma potete pagare di meno o di più, se volete).

La differenza tra la versione gratuita e quella a pagamento è solo nel minor numero di sfondi e suoni disponibili.

Leggendo le varie recensioni online, c’è chi si è lamentato della scarsa personalizzazione del software. Delle tipologie e dimensioni dei font troppo limitate. Della monotonia delle musiche di sottofondo (e la mancanza di un opzione che permetta di utilizzare un brano a piacere).

Personalmente, trovo Ommwriter un software splendido nella sua essenzialità.
Fa quello che deve fare, permettermi di scrivere senza distrazioni.
E riesce a trasformarlo in un piacere unico.

Ha sicuramente dei difetti, ad esempio la mancanza del salvataggio automatico.

Ma per 5$ ( o gratis, se vi accontentate) non mi pare che ci si possa lamentare.

Ci sono software molto più scarni, venduti a dieci volte tanto!

Se volete maggiori informazioni su Ommwriter potete visitare il sito ufficiale.

Annunci

Pubblicato da

Daniele

Da quando ha visto per la prima volta Fight Club, è ossesionato dalla frase "Le cose che possiedi, alla fine ti possiedono." Saltuariamente si sollazza facendo fotografie! (Nel senso che gli piace fare le foto, non che si fotografa mentre fa dell'altro, intendiamoci..)

2 pensieri riguardo “Ommwriter – minimalismo applicato alla scrittura”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...